Santa Maria in Sepolcro

Santa Maria in Sepolcro

Potenza

Postulato COMPI sud

La Chiesa di Santa Maria del Sepolcro venne fatta costruire con tutta probabilità dal potente ordine dei Cavalieri del Santo Sepolcro, meglio noti come Templari, il cui compito era quello di assistere i pellegrini diretti in Terra Santa. Il Casale del Santo Sepolcro venne costruito a nord di Potenza, all'incrocio tra la via Erculea e la via Appia Nuova, vie di passaggio dei pellegrini diretti a Gerusalemme, in una zona denominata Santa Maria. Nel 1312 soppresso l'ordine dei Templari, il Casale con annessa Chiesa passò sotto la giurisdizione del Vescovo di Potenza, Guglielmo, che se ne prese cura e vi aggiunse la denominazione "Santa Maria" forse per l'esistenza nella zona di una cappella o icona dedicata alla Madonna oppure per ingraziarsi gli abitanti del posto. Quando Alfonso d'Aragona assegnò il feudo di Potenza ai Conti De Guevara, questi cambiarono radicalmente volto all'intero territorio e intrapresero nel 1488 la ristrutturazione dell'antica chiesa alla quale affiancarono un convento, affidato all'Ordine dei Francescani. Nel 1656 il Vescovo di Potenza, Mons. Claverio, fece costruire uno pregevole altare barocco sulla parte destra della navata della Chiesa, con al centro un tabernacolo dove solennemente ripose la reliquia del Preziosissimo Sangue: una zolletta di terra imbevuta del Sangue di Cristo. Alla fine degli anni '60 la facciata della Chiesa fu riportata allo stile originario con un pronao a tettoia spiovente e tre archi a tutto sesto. Contemporaneamente a questi lavori venne edificato l'attuale convento della fraternità francescana dei minori.

 


La fraternità
Formatori: fra Lucio Calabrese, fra Pietro Anastasi, fra Vitale Dartizio, fra Eduardo Ferrera Brito, fra Giuseppe Capriati.

Informazioni:

  • Indirizzo:

    Piazzale Aldo Moro, 15, Potenza, Potenza

  • Telefono:

    0971 24134

  • Email:

  • Pagina web:

    www.santamariadelsepolcro.it

Mappa: